FAQ - Banda ultra larga

1. È possibile dilazionare il pagamento del corrispettivo dovuto per l’IRU?
(data pubblicazione su questo sito: 12 agosto 2016)

All’art. 4 comma 4 delle Condizioni Generali di Accesso all’infrastruttura elettrica viene riconosciuta all’Operatore di Telecomunicazione la possibilità di un pagamento dilazionato dell’IRU. Nel caso in cui l’Operatore richieda la dilazione del pagamento della fattura emessa per l’intero corrispettivo dell’IRU che si costituisce per effetto dell’accettazione dell’Offerta, il pagamento dovrà essere effettuato come segue:

  • Il primo pagamento con scadenza entro il mese successivo a quello di emissione della fattura, è determinato sommando il valore corrispondente a 5,25 € m/l e l’intero importo dell’IVA fatturata.
  • Le successive diciannove rate di pagamento, aventi scadenza annuale entro il medesimo mese in cui cade la scadenza della prima rata, sono determinate nell’importo di 0,25 €/ml, comprensivo di interessi.

La suddetta modalità di pagamento verrà riportata nella singola Offerta, che conterrà, oltre al dettaglio del calcolo degli interessi, anche la previsione della consegna alla nostra società di una fideiussione bancaria a prima richiesta a garanzia dell’adempimento del pagamento dilazionato accordato. Considerato che l’importo garantito decresce ogni anno, nell’Offerta verrà precisato che l’Operatore avrà facoltà di presentare ogni anno, 15 giorni prima della scadenza della polizza annuale già consegnata, una nuova polizza a garanzia del pagamento dell’importo dell’IRU ancora da corrispondere. Alla consegna della nuova polizza si provvederà alla restituzione della polizza consegnata in precedenza.


2. Come viene determinato in sede di Offerta l’IRU per le infrastrutture interrate?

(data pubblicazione su questo sito: 21 ottobre 2016)

La società e-distribuzione ha ricevuto richieste di chiarimento in merito alla determinazione dell’IRU in sede di Offerta per le infrastrutture interrate, nel caso in cui l’Operatore di Telecomunicazione non abbia chiesto la verifica di pervietà prima della presentazione della Richiesta di Offerta e, quindi, non abbia indicato nella suddetta Richiesta di Offerta l’infrastruttura accertata idonea.

Si ritiene opportuno precisare a tutti gli Operatori - nel rispetto dei principi di trasparenza, non discriminazione e parità di trattamento - che in questi casi il corrispettivo dell’IRU riportato nell’Offerta sarà calcolato sul 50% dell’estensione dell’infrastruttura elettrica interrata indicata nella Richiesta di Offerta. Tale corrispettivo sarà poi oggetto di rettifica a seguito della verifica dell’as-built, come stabilito nelle Condizioni Generali di Accesso.

 

3. Da quando hanno efficacia le rettifiche del corrispettivo dell’IRU a seguito dell’as-built?
(data pubblicazione su questo sito:8 marzo 2017).

La rettifica del corrispettivo relativo all'IRU comunicato in sede di Offerta avrà efficacia per il periodo successivo alla data di ricevimento dell'as-built (artt. 13.4 e 15.1 delle Condizioni Generali di accesso). Fino ad allora l'IRU è costituito su tutte le infrastrutture elettriche oggetto dell'Offerta accettata, che sono quindi rimaste nella disponibilità dell'Operatore. Quest’ultimo è pertanto tenuto a riconoscere il relativo corrispettivo.


4. Qual è la durata
dell’efficacia della certificazione di applicabilità?
(data pubblicazione su questo sito: 8 marzo 2017)

La certificazione di applicabilità della Progettazione della Rete in Fibra Ottica sull'infrastruttura elettrica aerea (di cui all'art. 9 delle Condizioni Generali di accesso) ha un'efficacia di 60 giorni solari. Superato questo termine, l'Operatore non potrà più utilizzare tale certificazione per la presentazione della Richiesta di Offerta.


5. Cosa si intende con la definizione “impianto”?
(data pubblicazione su questo sito: 8 marzo 2017)

Per “impianto” si intende definire anche le porzioni di aree di proprietà di e-distribuzione esterne alle cabine di trasformazione MT/BT (cabine secondarie). Queste aree sono messe a disposizione a titolo oneroso ed a condizione che le stesse vengano lasciate libere entro 30 giorni dalla relativa richiesta, qualora le suddette aree siano necessarie a e-distribuzione per l'espletamento del servizio di distribuzione dell'energia elettrica e senza pretesa di indennizzo o risarcimento.


6. È possibile richiedere il supporto del personale di e-distribuzione?

(data pubblicazione su questo sito: 8 marzo 2017)

Nel caso in cui l'Operatore dovesse ritenere necessario svolgere dei sopralluoghi per visionare le infrastrutture aeree ai fini della definizione della progettazione, potrà chiedere l'assistenza di personale di e-distribuzione.

L'Operatore potrà chiedere l’assistenza di e-distribuzione anche per la verifica di idoneità delle Tratte di Adduzione o per lo svolgimento di ogni altra attività analoga.
e-distribuzione si riserva di accettare la richiesta, comunicando anche la relativa tempistica.Il corrispettivo, che l'Operatore dovrà versare entro il mese successivo allo svolgimento dell'attività, verrà calcolato a consuntivo, secondo quanto previsto al paragrafo 5.2 del Regolamento tecnico-economico.

Tags