Europa

Lo scenario europeo sollecita l’introduzione di nuovi sistemi di misurazione intelligenti per ottenere una maggiore responsabilizzazione del consumatore, ampliare l’integrazione delle fonti energetiche rinnovabili nella rete e accrescere l’efficienza energetica. Pertanto si presenta favorevole ai programmi di sostituzioni del contatori di energia elettrica già installati con i nuovi contatori intelligenti.

Molti paesi membri dell’Unione Europea (Austria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Spagna, Svezia e Regno Unito) hanno già proceduto o stanno per procedere entro il 2020 all'introduzione su vasta scala dei contatori intelligenti (1).

In Romania è stato lanciato e concluso con pieno successo nel 2015 un progetto pilota, approvato dal regolatore Rumeno, che ha portato all’installazione di 32.000 contatori intelligenti nelle regioni di Banat, Drobogea e Muntenia. Un’estensione del progetto è in fase di completamento con l’installazione di altri 110.000 contatori sempre in queste regioni. Il prevede la commercializzazione e l’installazione di altri 250.000 contatori nella regione Moldova.

 

(1) RELAZIONE DELLA COMMISSIONE. Analisi comparativa dell'introduzione dei sistemi di misurazione intelligenti nell'UE-27 in particolare nel settore dell'elettricità /* COM/2014/0356 final

Tags