PAES per i Comuni

Procedura per la richiesta dati e modulo

e-distribuzione supporta attivamente le Amministrazioni Comunali italiane aderenti al Patto dei Sindaci mettendo a disposizione, dietro loro richiesta, su base volontaria ed in maniera gratuita, i dati aggregati annui dei consumi elettrici (secondo la struttura di seguito riportata) per il territorio comunale di competenza (ove e-distribuzione è concessionaria per l'attività di distribuzione di energia elettrica) ai fini della definizione dell'IBE - Inventario Base delle Emissioni o dell'IME - Inventario di Monitoraggio delle Emissioni.

Le Amministrazioni Comunali possono quindi richiedere ad e-distribuzione, attraverso l'apposito "Modulo di richiesta dati" e nel rispetto dei seguenti criteri, i dati relativi ai consumi elettrici, ed utilizzarli esclusivamente per le finalità previste dal Patto dei Sindaci.

Il contesto del PAES: "Pacchetto Clima ed Energia e "Il Patto dei Sindaci"

La Commissione Europea, dopo aver adottato nel 2008 il Pacchetto Clima ed Energia che definisce gli strumenti legislativi per il raggiungimento degli obiettivi 20-20-20, ha lanciato l’iniziativa Patto dei Sindaci per supportare le Autorità Locali nell’attuare politiche a favore dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale.

Al fine di tradurre l’impegno politico in misure e progetti concreti, le Autorità Locali (Amministrazioni Comunali) si impegnano a predisporre un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (di seguito PAES) nel quale vengono delineate le misure che si intendono adottare per raggiungere l’obiettivo di riduzione delle emissioni cittadine di CO2 entro il 2020, definito nello stesso piano.

Tale riduzione viene misurata rispetto all’Inventario Base delle Emissioni (IBE) che quantifica la CO2 rilasciata per effetto del consumo energetico nel territorio comunale durante l’anno di riferimento base; l’IBE rappresenta il punto di partenza per la predisposizione e successivo aggiornamento del PAES (Inventario di Monitoraggio delle Emissioni - IME).

La richiesta dei dati

Di seguito una schematizzazione del processo di richiesta a e-distribuzione dei dati aggregati annui dei consumi elettrici  

  • Scopo
  • Soggetto richiedente
  • Struttura
  • Disponibilità dei dati

Scopo esclusivo della richiesta dati

I Comuni, nel cui territorio e-distribuzione è concessionaria per l’attività di distribuzione di energia elettrica, possono richiedere a e-distribuzione stessa i dati relativi ai consumi elettrici, ed utilizzarli esclusivamente per le finalità previste dal Patto dei Sindaci, ovvero per la predisposizione ed il monitoraggio del PAES mediante l’elaborazione dell’IBE e/o dell’IME.

Soggetto titolato alla richiesta dati

Comuni aderenti al Patto dei Sindaci che intendono redigere/monitorare il PAES, nella persona del Sindaco o del Referente Comunale incaricato alla redazione/gestione del PAES.

Struttura dei dati aggregati dei consumi elettrici fornita da Enel Distribuzione

La struttura dei dati sui consumi elettrici forniti da e-distribuzione ai Comuni per la predisposizione del PAES, è disponibile al seguente link.  

Disponibilità dei dati e richieste successive

La richiesta dei dati aggregati dei consumi elettrici, su base annuale, potrà riguardare al massimo quattro anni, anche non consecutivi, a partire dall’anno 2008 (come espressamente previsto nel “Modulo di richiesta dati”).

Le richieste aventi ad oggetto un numero di anni maggiori di quattro, saranno evase fornendo i consumi elettrici dei quattro anni più prossimi alla data della richiesta.

All’anno “n”, ove “n” rappresenta l’anno di riferimento in cui la richiesta dei consumi elettrici aggregati è pervenuta ad Enel Distribuzione, saranno forniti i dati a partire dall’anno “n-1” e precedenti, solo ed esclusivamente per le richieste pervenute dopo il 1 settembre dell’anno “n”. Per le richieste pervenute in data antecedente, saranno forniti i dati relativi all’anno “n-2” e precedenti.

Lo stesso Comune richiedente potrà inviare una nuova richiesta dati dopo il 24° mese dalla data di invio ad e-distribuzione della precedente richiesta. Le richieste che non rispettino tale criterio non saranno evase.

La richiesta, purchè opportunamente compilata e rispettante i requisiti previsti nella nota informativa e nel “Modulo di richiesta dati”, sarà evasa entro 60 giorni dalla data di ricevimento della stessa da parte di e-distribuzione.

​MODULO E CANALI PER L’INVIO DELLA RICHIESTA DATI
​Il “Modulo di richiesta dati ” già predisposto da e-distribuzione, dovrà essere opportunamente compilato, sottoscritto e inviato a e-distribuzione tramite uno dei seguenti canali:

CASELLA POSTALE 5555 – 85100 POTENZA
oppure
FAX 800046674
Oppure
PEC: e-distribuzione@pec.e-distribuzione.it

Le richieste che non rispettino tali criteri non saranno evase.


logo_0_senza-spazio.png logo_1.png

Documenti utili

Tags