Il dispositivo Smart Info

​​​​e-distribuzione_smart_info_banner.jpg

 

Smart Info è un dispositivo che i System integrator possono interfacciare con le proprie applicazioni per accedere ai dati di consumo raccolti dagli smart meter in bassa tensione (BT) di e-distribuzione.

Gli operatori interessati a sperimentare le funzionalità del dispositivo sviluppato da e-distribuzione, potranno avere, in comodato d'uso gratuito e per finalità di sperimentazione, uno Smart Info.
Scopri come partecipare alla sperimentazione.

 

Come funziona il dispositivo Smart Info

Smart Info acquisisce i dati dai contatori elettronici in bassa tensione (BT) prodotti e telegestiti da e-distribuzione e permette alle applicazioni esterne di accedere a questi dati.

I System Integrator possono interfacciare Smart Info con i dispositivi da loro realizzati, per eseguire delle applicazioni, chiamate Additional Blocks, che utilizzano i dati raccolti dai contatori elettronici.

I componenti principali dello Smart info sono:

  • un microprocessore che gestisce la comunicazione tra lo Smart Meter e l’Additional Block;

  • un modem Powerline (PLC) per supportare la comunicazione fra lo Smart Meter e lo Smart Info;

  • due interfacceUSB che abilitano due canali simultanei di comunicazione tra lo Smart Info e, al massimo, due Additional Block.

  • due LED e un pulsante che realizzano un’interfaccia HMI con l’utente finale;

  • una sezione di alimentazione che provvede a convertire il 230 Vac fornito alla presa elettrica europea a due poli (tipo C – CEE7/16) dello Smart Info in una tensione stabilizzata necessaria all’elettronica del dispositivo, senza influire sulle performance del sistema di Telegestione.

Nel caso di clienti Prosumer (produttori/consumatori di energia elettrica) lo Smart Info può interfacciarsi sia con il contatore di scambio che con quello di produzione.

Lo Smart Info aggiorna i dati provenienti dallo Smart Meter con una frequenza media di 15 minuti. La frequenza di aggiornamento è comunque soggetta alle specifiche condizioni di trasmissione dei dati sulla rete Powerline (PLC) ed è gestita dal Sistema di Telegestione di e-distribuzione.

Il dispositivo Smart Info è infatti in grado di comunicare con lo Smart Meter secondo il protocollo di Telegestione, senza comprometterne il corretto funzionamento.

FAQ - Smart Info

1. Quali sono le caratteristiche tecniche del dispositivo Smart info?
Per conoscere le caratteristiche tecniche del dispositivo Smart Info consulta il documento Datasheet


2. Come posso far comunicare la mia applicazione con lo Smart Info?
Le applicazioni sviluppate dai System Integrator possono utilizzare i servizi di comunicazione offerti dal dispositivo Smart Info su una porta USB Type A e una porta miniUSb Type B. Smart Info supporta il protocollo documentato nel documento Smart Info Data Model and Protocol Specification. Le porte possono operare simultaneamente con due differenti applicazioni (per maggiori dettagli fare riferimento al documento di specifica del protocollo).


3. Quali sono le dimensioni del dispositivo Smart Info?
Le dimensioni del dispositivo sono 61 mm (W) x 108,5 mm (H) x 24 mm (D). Per maggiori dettagli consulta il documento Datasheet


4. Dove posso trovare i requisiti per l’alimentazione che dovrò fornire al dispositivo Smart Info?
All’interno del documento Datasheet sono riportati i requisiti per l’alimentazione dello Smart Info. Smart Info deve essere collegato a una presa di corrente a 230 Vac. Nel caso di impianto elettrico sotteso da un contatore trifase occorre che la presa sia alimentata dalla fase T del contatore, essendo questa la fase utilizzata per la comunicazione con lo Smart Info. Smart Info è stato progettato coerentemente con le tecnologie più avanzate in ambito di efficienza energetica per avere dei consumi irrisori (inferiori a 60 mA @230 Vac).


5. Esistono delle prescrizioni circa la modalità di connessione elettrica dello Smart Info alla mia soluzione?
Smart Info mette a disposizione due porte USB:

  • Una porta slave Type B miniUSB: questa può essere utilizzata per collegare Smart Info a un PC o, ad esempio, con un display self-powered.
  • Una porta Host Type A USB: per connessioni esclusivamente SELV. La porta Host è dimensionata per fornire una corrente di uscita massima pari a 500 mA.


6. Le porte USB dello Smart Info possono essere utilizzate in modo identico?
Le due porte USB possano essere utilizzate contemporaneamente. La porta slave mini Type B USB richiede, con sistemi operativi Windows, l’utilizzo di un driver rilasciato da e-distribuzione, mentre per i sistemi operativi MacOS e Linux lo Smart Info è gestito con un driver Hardware.
La porta Host Type A USB richiede invece l’utilizzo di un driver FTDI o CDC ACM Dual endpoint.


7. Per l’attivazione del dispositivo Smart Info si deve conoscere il POD della fornitura a cui si vuole offrire una soluzione che utilizzi il dispositivo? Cos’è il POD?
Per attivare lo Smart Info è necessario conoscere il POD della fornitura cui si intende offrire una soluzione che utilizzi il dispositivo di e-distribuzione. Il POD (Point of Delivery) è il codice che identifica in modo univoco le forniture elettriche. Il POD individua univocamente il punto di consegna dell’energia su tutto il territorio nazionale. È un codice alfanumerico composto da 14 caratteri (inizia sempre per "IT" e a volte potrebbe essere composto da 15 caratteri, ma è sufficiente considerare i primi 14). Il codice non cambia anche se si cambia fornitore e non coincide con il codice cliente, che invece è assegnato dal fornitore di energia. Si trova in genere sulla prima pagina della bolletta.

 
8. Che cos’è lo Smart Info ID?
Lo Smart Info-ID (Smart Info Identifier) è il primo codice indicato sull’etichetta che trovi sulla presa elettrica del dispositivo. Lo Smart Info-ID identifica in modo univoco il tuo dispositivo ed è caratterizzato da 17 caratteri (ad esempio 16SMI5F8100000000). Lo Smart Info-ID viene associato univocamente al proprio POD.

 
9. Cosa indicano i LED presenti sul dispositivo Smart Info?
Lo Smart Info gestisce 2 LED:

  1. Il LED di stato: mostra lo stato operativo dello Smart Info

    Il LED di stato è un LED a due colorazioni (Rosso/Verde). Lo stato del LED corrisponde alle seguenti modalità operative dello Smart Info:
  • Verde fisso: Lo Smart Info ha ricevuto un dato dallo Smart Meter associato
  • Rosso fisso: Errore generico Smart Info
  • Lampeggiamento lento Rosso/Verde: Lo Smart Info non ha ancora ricevuto alcun dato dallo Smart Meter associato
  • Lampeggiamento veloce Rosso/Verde: La potenza istantanea ha superato il limite di potenza contrattuale
  1. Il LED dell’Applicazione: è un LED la cui gestione è lasciata interamente disponibile all’applicazione sviluppata dai System Integrator, per interazione con l’utente finale. L’applicazione può inviare comandi allo Smart Info per richiedere la variazione dello stato di questo LED. I dettagli dell’utilizzo si trovano nel documento Smart Info Data Model and Protocol Specification.


10. A cosa serve il pulsante presente sullo Smart Info?
Il pulsante presente sul dispositivo in prossimità della porta mini-USB può essere utilizzato dall’Applicazione sviluppata dai System Integrator per realizzare meccanismi d’interazione con l’utente finale. Lo Smart Info renderà disponibile all’Applicazione l’informazione circa il numero di pressioni esercitate dall’utente in rapida sequenza. Maggiori dettagli sono forniti nel documento nel Smart Info Data Model and Protocol Specification.

11. Se scollego Smart Info dalla presa elettrica i dati dei consumi vengono persi?
Per tutto il tempo in cui Smart Info resterà scollegato dalla presa elettrica non potrà memorizzare i dati comunicati dal contatore.

Partecipa alla sperimentazione

Gli operatori interessati a sperimentare le funzionalità del dispositivo Smart Info potranno avere, in comodato d’uso gratuito e per le sole finalità di sperimentazione, un esemplare di test.

Per accedere alla sperimentazione del dispositivo Smart Info sarà necessario inviare il modulo di richiesta e il modulo relativo al contratto di comodato d’uso gratuito, entrambi debitamente sottoscritti, nonché fotocopia di un documento di identità in corso di validità, all’indirizzo: 

smartinfo.adesioni@pec.e-distribuzione.it

ALLEGATI

- Modulo di richiesta dispositivo Smart Info

Contratto di comodato d'uso

Problemi con lo Smart info cosa fare?

Per l’intera fase di test (fino al 26 gennaio 2017) i System Integrator che hanno sottoscritto un contratto di comodato d’uso gratuito di un dispositivo Smart Info, qualora necessitino di supporto tecnico/gestionale per eventuali problematiche in relazione all’interfacciamento dello Smart Info con le loro applicazioni, potranno affidarsi ad un canale di supporto inviando una mail all’indirizzo smartinfo.supporto@e-distribuzione.com.

Nella mail, il System Integrator dovrà riportare una descrizione della problematica riscontrata, dettagliare la richiesta di supporto e fornire le seguente informazioni, nell’ordine qui sotto riportato:

  1. Soggetto Titolare del Contratto di Comodato d’uso
  2. Nome e Cognome del Richiedente il Supporto
  3. Numero di Telefono del Richiedente il Supporto
  4. Smart Info-ID (Identificatore univoco della dispositivo Smart Info)
  5. POD a cui si è associato il dispositivo Smart Info, se per il dispositivo è stata richiesta un’associazione
  6. Descrizione della problematica riscontrata
  7. Dettaglio della richiesta di supporto
  8. Dump Log diagnostica (Tabella 100 - Riga 120 e 121) (se disponibile)
  9. Result Code associato al NACK in risposta al comando protocollo host su cui si richiede supporto (se disponibile)
  10. Condizione operativa del LED di Stato dello Smart Info

Documenti utili

Tags